Siamo pronti per un'altra lotta?

Fra un paio di giorni potremo dire addio ai costi di ricarica per i cellulari, questo è stato possibile anche grazie alla petizione online promossa da Andrea D’Ambra circa un anno fa, a cui ovviamente ho partecipato anch’io sperando (scetticamente) di ottenere qualcosa.

Bene, adesso è arrivato il momento di darsi da fare per abolire un’altra spesa iniqua a cui andiamo incontro quando telefoniamo: LO SCATTO ALLA RISPOSTA.

Il costo di SCATTO ALLA RISPOSTA e’ assolutamente ‘Italiano’, ovunque in Europa si paga cio che si consuma secondo l’effettivo tempo di conversazione e SENZA IL COSTO FISSO DELLO SCATTO ALLA RISPOSTA che viene ADDEBITATO AL CHIAMANTE ALL’INIZIO DELLA CHIAMATA, INDIPENDENTEMENTE DALLA DURATA DELLA STESSA.

Io ho già  firmato la petizione online (sono la firma 4143), se anche voi pensate che sia nostro diritto pagare solo ciò che effettivamente consumiamo correte a firmare: il tempo stringe! E se ne avete voglia pubblicizzate l’iniziativa sul vostro blog.

Coraggio, l’unione fa la forza!