Credevate…

Che avessi mollato baracca e burattini e fossi scappata a vendere cocco su qualche spiaggia tropicale, eh?

Devo dire la verità: in questo periodo ci ho pensato seriamente più di una volta, ma purtroppo ci sono situazioni piuttosto “pesanti” che mi legano a questi luoghi, situazioni che devono essere affrontate e possibilmente risolte nel miglior modo possibile (anche se doloroso), non si possono evitare, cancellare, eludere, perchè ogni giorno mi accompagnano dal sorgere del sole al calare della notte.

Come avrete capito il periodo “no” si sta rivelando più lungo di quanto sperato e man mano si arricchisce sempre più di nuovi risvolti, di nuovi particolari, di nuove ansie, e, nonostante io sia stata sempre il punto di riferimento, la più forte della famiglia, colei alla quale ci si poteva rivolgere nei momenti difficili per trovare insieme una soluzione, comincio a cedere allo sconforto e ogni giorno che passa è sempre più difficile trovare la forza di vedere il lato positivo delle cose.

Tutto questo influisce anche sul mio tempo libero e di conseguenza sulla vita di questo blog…

Che dire? Spero tanto di riuscire a tornare attiva al più presto, perchè vorrebbe dire che sarei tornata ad essere un po’ più serena e vogliosa di far sentire la mia voce…

Auguro a tutti una serena Pasqua (senza agnello) e vi abbraccio.

A presto

pasqua

Annunci

Post-augurale

Come avrete capito ultimamente non sto navigando molto, il tempo per me stessa, man mano che Alessio cresce, diventa sempre meno…avrei pensato il contrario, invece gli impegni del “ragazzo” si moltiplicano come funghi, e la mamma deve correre da un capo all’altro della città  per accompagnarlo e sostenerlo…compleanni, tornei di calcio, importantissimi convegni ai giardinetti e chi più ne ha più ne metta…

Comunque questa introduzione era per scusarmi se non riesco a passare da voi tutti, come educazione vorrebbe, per farvi gli auguri.

In questo articolo ho concentrato gli auguri per i miei lettori che non passerò a trovare, ma che non per questo sono meno importanti degli altri.

Mi auguro e vi auguro che questa Pasqua non sia solo simbolo e ricordo della resurrezione di Gesù, ma che diventi una vera e propria rinascita spirituale e che porti nuova linfa e forza di reagire ai nostri cuori un po’ troppo assuefatti alle brutture che accadono nel mondo.

Un abbraccio sincero a tutti!

 

Buona Pasqua!